Corso 4 - Linguaggio parlato, processi metafonologici e scrittura

Programma scientifico

Il corso si prefigge di condurre  alla corretta e  consapevole elaborazione  delle  categorie di successione, simultaneità/sincronia e durata temporale dei dati uditivi correlandoli ai dati  propriocettivo-motori, visivi e di percezioni di contatto. Si porta il soggetto a creare delle stabili rappresentazioni mentali del linguaggio parlato e scritto in relazione ai livelli:

  • segmentale: fonetico–fonologico
  • soprasegmentale e prosodico: intonazione, accento, ritmo
  • meta-fonologico: globale e analitico.

Si utilizzano gli esercizi base dell’ organizzazione dello Spazio Personale , Peripersonale ed Extra-personale del Metodo Terzi specifici per le applicazioni al linguaggio integrati da proposte innovative ideate da I. Perrone. 

In linea con le più recenti scoperte nell’ambito delle neuroscienze e coerente con i nuovi contributi teorici  sull’“embodied cognition” il Metodo Terzi, mediante le fasi di lavoro caratterizzate da “Consegna” “Vissuto” e “Rappresentazione” sottolinea il forte legame esistente tra Percezione-Azione-Cognizione, stimola le funzioni esecutive  che regolano i processi di pianificazione, controllo e coordinazione del sistema cognitivo, la memoria di lavoro e l’attenzione selettiva e sostenuta.

Il Metodo Terzi in questo ambito applicativo permette di: 

  • acquisire gli strumenti per  stimolare gli aspetti fonetico-fonologici del linguaggio verbale, i prerequisiti grafolessici e il corretto apprendimento della fase sillabica, alfabetica e ortografica della letto-scrittura;
  • comprendere la logica sottostante l’“errore” per un mirato intervento didattico o riabilitativo con bambini con bisogni educativi speciali (BES) o con disturbi specifici di apprendimento (DSA), quale disortografia e dislessia;
  • sperimentare strumenti per intervenire, mediante un approccio corporeo,  sui processi costruttivi della lingua scritta e sui deficit di processamento  spazio-temporale (in età evolutiva e adulta) 
  • intervenire sulle turbe della fluenza verbale (balbuzie, tachilalia e disprosodia). 

 

Destinatari

Il corso è indirizzato agli operatori sanitari e della riabilitazione. Agli insegnanti  e a coloro che si occupano di disturbi di apprendimento. Non è necessaria precedente formazione sul Metodo Terzi. 

Il tipo di approccio che integra il linguaggio all’atto motorio e la percezione all’azione fa sì che il corso sia pienamente usufruibile dalle varie figure professionali che formano l’équipe riabilitativa con l’obiettivo di una condivisione degli obiettivi del progetto riabilitativo, e l’inserimento di interventi professionali specifici  nel proprio programma di lavoro.

 

Docenti

Dott.ssa Iolanda Perrone, Responsabile del Programma Scientifico, logopedista presso UOS Servizio Età Evolutiva - Az. ULSS7 Pieve di Soligo. Membro Comitato Garanti AIRMT - Operatore Avanzato Metodo Terzi - Docente Senior 

Dott.ssa Stefania Bet, logopedista presso UOC Riabilitazione e Recupero Funzionale Ospedale Civile  Vittorio Veneto - Az.ULSS7 Pieve di Soligo. Operatore Avanzato Metodo Terzi - Docente Collaboratore

Dott.ssa  Paola Zuccato, logopedista presso UOC Riabilitazione e Recupero Funzionale Ospedale Civile  Portogruaro -Az. ULSS10 “Veneto Orientale”, psicologa. Operatore Avanzato Metodo Terzi - Relatore

Calendario 

 

Sede 

 

 

Per associarti Clicca qui!